Buddhachannel

Editoriale

La libertà di soffrire - del venerabile Ajahn Munindo

Le 19 febbraio 2015

Basato su un discorso tenuto al Karuna Institute (Psychotherapy Training Center), Devon, aprile 1997. Può occorrerci molto tempo prima di cogliere il vero punto centrale della pratica buddhista. In questa Via ci sono innumerevoli dottrine, credenze e tecniche, ma nessuna è di per sé un punto finale. Fanno tutte parte di un addestramento complessivo chiamato cittabhavana, o ‘addestramento del cuore’. La parola citta viene tradotta con diversi termini: ‘cuore’, (...) segue

Umorismo

Zem — Les loups sont entrés dans Paris...

plus d articles

Records della settimana

La storia del sacrificio

Si racconta che, molto tempo fa, il Bodhisattva nacque in una grande (...)


La storia d’Avishahya l’invincibile

Fu per il buon Karma di un ricco mercante che il Bodhisattva nacque, molto (...)


La storia della tigre affamata

Molti anni fa il Bodhisattva nacque nella famiglia di un ricco e potente (...)


Foto del giorno


Evénement

Festival Dell’Oriente

Esplorare l’Universo d’Oriente Esplorare l’Universo d’Oriente Immergersi nelle culture e nelle tradizioni di un Continente sconfinato. Il 31 Ottobre e l’1 e 2 Novembre al complesso fieristico Carrarafiere, torna la magia dell’Oriente. Dopo l’ennesimo straordinario successo della sesta e settima edizione, tenutesi rispettivamente a Milano e, per la prima volta, a Roma, Il Festival torna a Carrara, nella sua sede d’origine, per la ottava edizione. Mostre fotografiche, bazar, stand commerciali, (...) segue


Annuario

Santacittarama Monastero Buddhista

SANTACITTARAMA, "Il giardino del cuore sereno", è un piccolo monastero, il primo in Italia della tradizione Theravada, "La Via degli Anziani". E’ stato fondato nel 1990 per venire incontro all’interesse e al desiderio manifestati sia dai Buddhisti italiani che dagli immigrati della comunità asiatica (in particolare Thailandese, Cingalese, e Birmana). L’associazione Santacittarama, riconosciuta nel 1995 come Ente Religioso, è un membro dell’Unione Buddhista Italiana. Il monastero è situato a circa (...) segue

Ultimo autore


Articoli e Conferenze

La suprema beatitudine buddhista (Paolo Vicentini)

Vi è stata una lunga e radicata tradizione di pensiero in Occidente che ha interpretato il buddhismo come una dottrina pessimistica e nichilistica, negatrice del mondo e proponitrice di un annullamento, di un dissolvimento totale dell’individualità. Solitamente poi, e curiosamente, questa interpretazione si accompagnava ad un’altra che poneva l’ideale di liberazione buddhista, ossia la realizzazione dello “spegnimento” o “estinzione” (nibbâna), come il risultato di un atto estremo di egoismo. Illustre rappresentante di questa tradizione fu Max Weber, il quale ancora negli anni Venti del secolo appena trascorso scrisse: La salvezza [nel buddhismo] è la realizzazione assolutamente personale di un (...) segue


Testi fondamentali

Il Canone Pali

IL CANONE PĀLI, o Tipitaka [triplice canestro], ovvero l’insieme dei testi che racchiudono l’insegnamento del Buddha e l’interpretazione della sua dottrina, fu redatto tra il II ed il III concilio della comunità buddhista tenuti rispettivamente a Vesali nel 340 a.C. e a Pataliputta nel 247 o 246 a.C. Esso viene tradizionalmente suddiviso in tre sezioni o "canestri" (pitaka) in base al contenuto dei testi: SUTTA PITAKA - VINAYA PITAKA - ABHIDHAMMA PITAKA. Il SUTTA PITAKA , il canestro dei discorsi, comprende più di 10.000 sutta (discorsi) del Buddha o, meno frequentemente, dei suoi discepoli più autorevoli. I sutta sono raggruppati in cinque nikaya o raccolte: I. Digha Nikaya - Raccolta (...) segue


Buddhismo

Sesshin zen - Ritiri de meditazione

La ko-sesshin (ko =piccola, setsu =raccoglimento,shin = mente-cuore), trae origine dai ritiri che il Buddha e i suoi discepoli facevano,risiedendo nei Vihara, durante la stagione delle piogge, luoghi antesignani dei monasteri. L’uso di effettuare periodi di raccoglimento e di pratica intensiva è rimasto in tutte le scuole tradizionali buddhiste, pur se con modalità differenti; questa pratica per quanto riguarda lo Zen, ci proviene dall’ India e dalla Cina e nei monasteri Giapponesi e in alcuni più tradizionali in occidente è ancora molto in uso, periodi di sesshin lunghi diversi mesi (angosesshin), riproducono l’uso del Sangha antico di ritirarsi durante le piogge. Periodi più brevi, di pochi (...) segue

Ultimo articolo

Cos’è il capodanno cinese

Festeggiamenti in tutto il mondo per l’inizio dell’anno della Capra Anno della Capra Miliardi di persone in festa per l’anno della Capra, uno dei dodici segni dell’astrologia cinese (foto: Getty Images) Tempo di Capodanno cinese. A Pechino e nel resto del mondo comincia per i cinesi l’anno della Capra: la tradizionale festa di primavera cade infatti il primo giorno del primo mese lunare. I mesi del calendario cinese iniziano infatti in concomitanza con il novilunio: il via al primo mese dell’anno, degno quindi di celebrazione, coincide con la seconda luna nuova che segue al solstizio d’inverno. Ecco perché l’evento cade fra il 21 gennaio e il 19 febbraio di quello che invece è il (...) segue