Buddhachannel

Editoriale

Le Sei Concordie - Thich Nhat Hanh

Le 21 marzo 2016, di Buddhachannel Italia

le Sei Concordie Dopo avere visto come i monaci Anuruddha, Kimbila e Nandiya convivevano in armonia, il Buddha pronunciò le Sei Concordie, i principi per essere felici insieme agli altri: "Bhikkhu, la natura di una comunità è l’armonia, che si ottiene seguendo questi principi: condividere uno spazio comune, sia una casa o una foresta; condividere i doveri essenziali della giornata; osservare i precetti insieme; pronunciare parole che creino armonia, astenendosi da quelle (...) segue

Umorismo

Zem — L’homme pressé

plus d articles



Records della settimana

La storia d’Avishahya l’invincibile

Fu per il buon Karma di un ricco mercante che il Bodhisattva nacque, molto (...)


La storia del sacrificio

Si racconta che, molto tempo fa, il Bodhisattva nacque in una grande (...)


La storia della tigre affamata

Molti anni fa il Bodhisattva nacque nella famiglia di un ricco e potente (...)


Foto del giorno

par Sabrina Taibaoui


Evénement

Festival Dell’Oriente

Esplorare l’Universo d’Oriente Esplorare l’Universo d’Oriente Immergersi nelle culture e nelle tradizioni di un Continente sconfinato. Il 31 Ottobre e l’1 e 2 Novembre al complesso fieristico Carrarafiere, torna la magia dell’Oriente. Dopo l’ennesimo straordinario successo della sesta e settima edizione, tenutesi rispettivamente a Milano e, per la prima volta, a Roma, Il Festival torna a Carrara, nella sua sede d’origine, per la ottava edizione. Mostre fotografiche, bazar, stand commerciali, (...) segue


Annuario

Centro Kalachakra, Italia

Il Centro Il Centro è nato nel 1988 con l’intento di promuovere e praticare gli insegnamenti del Buddha, con particolare attenzione alla tradizione Mahayana, Il Grande Veicolo, così come viene tramandata nel Buddhismo Tibetano e che ha la sua massima espressione nella persona di S.S. il Dalai Lama, Guida spirituale del nostro Centro. Dal 1994, il Ven. Thamthog Rinpoche è diventato il Direttore Spirituale del Centro. Dal 2010 il Centro è sotto la cura amorevole del Ven. Khenrab Rinpoche. (...) segue

Ultimo autore


Articoli e Conferenze

Il primo insegnamento di Sua Santità il 17° Gyalwa Karmapa, Ogyen Trinley Dorje

Il primo insegnamento di Sua Santità il 17° Gyalwa Karmapa Monastero di Tsurphu, luglio 1998 Oggi vorrei presentare un breve insegnamento sul Rifugio. Non si è Buddhisti finché non si prende Rifugio. E’ la comprensione e l’osservazione degli impegni del Rifugio che definisce una persona come Buddhista. Si dice: ’Non si è un Buddhista di scuola Mahayana se non si genera Bodhicitta’, ed è infatti la generazione della Bodhicitta o dell’aspirazione del Bodhisattva a determinare se si è o meno dei praticanti Mahayana. Perciò, dovrebbe essere chiaro che tutto il nostro percorso è compreso nei principi del Rifugio e della Bodhicitta. Tutti gli insegnamenti dati dal Buddha Shakyamuni si risolvono (...) segue


Testi fondamentali

Shantideva - Bodhisattvacharyavatara IX : Perfezione di saggezza (Versi 111-167)

Shantideva - Il Bodhicaryavatara Capitolo IX : Perfezione di saggezza 111. Una persona per quale questi due sono allineare esistenti è in una posizione estremamente vacillante. Se un oggetto esiste a causa del potere di cognizione, come una arriva all’esistenza allineare di cognizione? 112. Se la cognizione esiste a causa del potere dell’oggetto di cognizione, come una arriva all’esistenza allineare di cognizione? Se la loro esistenza è dovuto il loro potere reciproco, nessune possono esistere. 113. Obiezione: Se non ci è il padre senza un figlio, come può ci essere un figlio? Madhyamika: Appena come in assenza di figlio non ci è il padre, nello stesso senso che questi due non (...) segue


Buddhismo

Introduzione al Buddhismo e alla Pratica di Zazen - Gudo Nishijima Roshi (1/6)

Introduzione al Buddhismo e alla Pratica di Zazen Insegnamenti di Gudo Nishijima Roshi Il Buddha Gotama Prefazione Viviamo in un periodo nel quale la religione ha perso il suo potere e la credenza scientifica regna suprema. In tale contesto sono convincenti le spiegazioni razionali che la ricerca scientifica da ai fenomeni che ci circondano, e non possiamo più sentirci soddisfatti delle interpretazioni spirituali, che pure hanno avuto un ruolo così importante nello sviluppo della civiltà occidentale fino al Settecento. La scienza ha illuminato così tanti angoli, oscuri un tempo per i nostri antenati, che abbiamo finito per preferire le sue spiegazioni rispetto a quelle di (...) segue

Ultimo articolo

La suprema beatitudine buddhista (Paolo Vicentini)

Vi è stata una lunga e radicata tradizione di pensiero in Occidente che ha interpretato il buddhismo come una dottrina pessimistica e nichilistica, negatrice del mondo e proponitrice di un annullamento, di un dissolvimento totale dell’individualità. Solitamente poi, e curiosamente, questa interpretazione si accompagnava ad un’altra che poneva l’ideale di liberazione buddhista, ossia la realizzazione dello “spegnimento” o “estinzione” (nibbâna), come il risultato di un atto estremo di egoismo. Illustre rappresentante di questa tradizione fu Max Weber, il quale ancora negli anni Venti del secolo appena trascorso scrisse: La salvezza [nel buddhismo] è la realizzazione assolutamente personale di un (...) segue