Buddhachannel

Editoriale

Le Sei Concordie - Thich Nhat Hanh

Le 21 marzo 2016, di Buddhachannel Italia

le Sei Concordie Dopo avere visto come i monaci Anuruddha, Kimbila e Nandiya convivevano in armonia, il Buddha pronunciò le Sei Concordie, i principi per essere felici insieme agli altri: "Bhikkhu, la natura di una comunità è l’armonia, che si ottiene seguendo questi principi: condividere uno spazio comune, sia una casa o una foresta; condividere i doveri essenziali della giornata; osservare i precetti insieme; pronunciare parole che creino armonia, astenendosi da quelle (...) segue

Umorismo

Zem — Fastoche

plus d articles



Records della settimana

La storia d’Avishahya l’invincibile

Fu per il buon Karma di un ricco mercante che il Bodhisattva nacque, molto (...)


La storia del sacrificio

Si racconta che, molto tempo fa, il Bodhisattva nacque in una grande (...)


La storia della tigre affamata

Molti anni fa il Bodhisattva nacque nella famiglia di un ricco e potente (...)


Foto del giorno

par Buddhachannel Fr.


Evénement

Festival Dell’Oriente

Esplorare l’Universo d’Oriente Esplorare l’Universo d’Oriente Immergersi nelle culture e nelle tradizioni di un Continente sconfinato. Il 31 Ottobre e l’1 e 2 Novembre al complesso fieristico Carrarafiere, torna la magia dell’Oriente. Dopo l’ennesimo straordinario successo della sesta e settima edizione, tenutesi rispettivamente a Milano e, per la prima volta, a Roma, Il Festival torna a Carrara, nella sua sede d’origine, per la ottava edizione. Mostre fotografiche, bazar, stand commerciali, (...) segue


Annuario

Centro Lama Tzong Khapa Treviso

Maestri Sua Santità il XIV Dalai Lama (Tenzing Ghiatzo) Sua Santità Tenzin Ghiatso fu riconosciuto come XIV Dalai Lama del Tibet nel 1937, all’età di due anni, e fu investito nel 1940 della sua autorità di capo spirituale e temporale. Mentre era in corso la sua educazione religiosa, la Cina nel 1959 invadeva il Tibet; da allora egli vive a Dharamsala, in India, dove guida il Governo Tibetano in esilio. Uomo di dottrina, uomo di pace e portavoce di una più estesa comprensione tra i popoli e (...) segue

Ultimo autore

Buddhachannel Italia

Buddhachannel é una web TV al servizio del Dharma, Sangha e di tutti i (...) segue


Articoli e Conferenze

Metta Sutta - Insegnamento della Grande Misericordia

METTA SUTTA Insegnamento della Grande Misericordia Metta Sutta (Sutta Nipata I.8) Questo dovrebbe fare chi pratica il bene e conosce il sentiero della pace: essere abile e retto, chiaro nel parlare, gentile e non vanitoso, contento e facilmente appagato; non oppresso da impegni e di modi frugali, calmo e discreto, non altero o esigente; incapace di fare ciò che il saggio poi disapprova. Che tutti gli esseri vivano felici e sicuri: tutti, chiunque essi siano, deboli e forti, grandi o possenti, alti, medi o bassi, visibili e non visibili, vicini e lontani, nati e non nati. Che tutti gli esseri vivano felici! Che nessuno inganni l’altro né lo disprezzi né con odio o ira desideri il suo (...) segue


Testi fondamentali

Prajñāpāramitā Ratnaguṇasaṃcayagātha - Sutra della Perfezione della Saggezza - Capitolo 20-21

CAPITOLO 20LE TRE PORTE PER IL CONSEGUIMENTO, ED I BUDDHA-DHARMA Inoltre, il Bodhisattva diretto verso la saggezza dei Jina Comprende gli skanda come non-prodotti, come vuoti dall’inizio. Anche quando non è concentrato egli osserva con compassione il mondo degli esseri. Egli non diviene privo del Buddhadharma. SIMILE ALL’EROE Un uomo abile, dotato di tutte le qualità, potente, inattaccabile, ben-qualificato, istruito in molte arti, perfetto arciere, che si dedica devotamente a molti mestieri, perfetto nel conoscere le varie forme dell’illusione magica, predisposto al benessere del mondo, egli prende sua madre e suo padre, insieme con i suoi figli e figlie ed entra nella foresta (...) segue


Buddhismo

Nālandā : la più importante università buddhista dell’India antica

Nālandā è la più importante università buddhista dell’India antica. Essa era situata nella regione di Magadha, in un luogo visitato più volte dal Buddha Shakyamuni. Per questa ragione furono qui eretti, nel V secolo a.C. gli stūpa a ricordo di due dei suoi principali discepoli: Śāriputra e Maudgalyayana (pali: Moggallāna). Nel II secolo a.C. l’imperatore Aśoka vi costruì un tempio e nel II secolo d.C. vi furono eretti un monastero ed altri otto templi dai monaci di scuola mahāyāna. Fra i primi abati del monastero (II secolo) vi furono Avitarka, Rāhulabadra e Nāgārjuna. Quest’ultimo Patriarca di tutte le scuole mahāyāna e vajrayāna. Anche Āryadeva vi insegnò così come tutti i principali maestri del (...) segue

Ultimo articolo

La Nobile e Sacra Luce Dorata (2/5) - Capitolo I - Prologo

La Nobile e Sacra Luce Dorata Discorso del Grande Veicolo CAPITOLO Primo Prologo Mi prostro a tutti i buddha del passato, del presente e a quelli che non sono ancora apparsi, ai bodhisattva, ai pratyekabuddha e agli arya sravaka. Così una volta udii. Il Buddha si trovava sul Picco dell’Avvoltoio, assorto nella profonda sfera dei fenomeni. Mentre così dimorava, il Tath›gata, attorniato da supremi bodhisattva puri e immacolati, espose il Re della Raccolta di Sutra, straordinariamente profondo da ascoltare e profondo da contemplare, il SÒtra della Sacra Luce Dorata, che qui esporrò. Esso fu benedetto dall’ispirazione dei buddha delle quattro direzioni: Akhobhya a est, Ratnaketu a sud, (...) segue