Buddhachannel

Nella stessa categoria

21 novembre 2016

L’Apprentissage Shambhala

29. Juni 2016

Ajahn Chah










Instagram





Rubriche

Introduzione al Buddhismo e alla Pratica di Zazen - Gudo Nishijima Roshi (1/6)

giovedì 3 ottobre 2013, di Buddhachannel Italia

Langues :

Introduzione al Buddhismo e alla Pratica di Zazen
Insegnamenti di Gudo Nishijima Roshi

JPEG - 26.5 Kb
Il Buddha Gotama



Prefazione

Viviamo in un periodo nel quale la religione ha perso il suo
potere e la credenza scientifica regna suprema. In tale contesto
sono convincenti le spiegazioni razionali che la ricerca scientifica
da ai fenomeni che ci circondano, e non possiamo più sentirci
soddisfatti delle interpretazioni spirituali, che pure hanno avuto
un ruolo così importante nello sviluppo della civiltà occidentale
fino al Settecento.

La scienza ha illuminato così tanti angoli, oscuri un tempo
per i nostri antenati, che abbiamo finito per preferire le sue
spiegazioni rispetto a quelle di natura religiosa.
Ma questa fede nella scienza, che è materialismo, non può
costituire una soddisfacente spiegazione globale della realtà,
perché si tratta di una risposta ad un volto solo. La scienza può
spiegare il come, ma non può dare il perché. La scienza non ci
può fornire una base morale o etica per vivere la nostra vita
quotidiana.

In tale situazione, parecchi sono quelli che risentono di una
mancanza di direzione. Non riescono a trovare un sistema di
credenze da poter seguire, perchè la scienza non soddisfa il
loro bisogno di direzione morale. Le religioni tradizionali,
d’altra parte, non appaiono loro credibili, se confrontate con le
acquisizioni scientifiche. Non vedono logica alcuna nel modo
in cui si svolge la vita, e le cose gli sembrano disperate.
Oggi in Giappone, la maggioranza della gente non ha
religione. Questo potrà sembrare strano alla gente degli altri
paesi, eppure è vero. La religione nazionale del «Tennosei» o
culto dell’Imperatore, una religione che era in parte
manipolazione politica ed in parte fanatismo, è entrata in crisi con la disfatta del Giappone dopo della Seconda Guerra
Mondiale, e da allora la maggioranza dei Giapponesi ha seguito
la via del materialismo, nello sforzo di ricostruire una società
di abbondanza e di comodità. Questo difetto di fede religiosa
costituisce sempre più un motivo di malessere per i giovani
Giapponesi.

Sono nato nel 1919 e anch’io sono stato allevato in un’epoca
nella quale mancavano persone dotate di convinzioni religiose
forti. Mi sono sentito insoddisfatto, nella mia giovinezza, e
continuavo a pormi domande quali : «Cos’è la verità?», «Cos’è
la religione?», «Perché viviamo?». Nel corso della mia ricerca
mi rivolsi prima verso lo Shintoismo, poi verso il Cristianesimo
e infine verso il Marxismo, ma senza poter trovare le risposte
che cercavo. Né le risposte materialiste né quelle idealiste mi
soddisfacevano.

Fu allora che incontrai il Maestro Kodo Sawaki, un celebre
insegnante buddhista. Fui fortemente colpito da quel che diceva.
Affermava che tanto il materialismo quanto l’idealismo erano
sbagliati. Diceva che la verità che il Buddhismo insegna è il
medio termine tra quei due. Diceva che, al fine di trovare questa
via di mezzo, il Buddhismo ci indica di praticare Zazen. Perciò,
ho praticato Zazen e seguito le conferenze del Maestro Kodo
per molti anni. Ho anche cominciato a leggere le opere del
Maestro Dogen, quel monaco del secolo XIII° che fondò la scuola
Zen Soto del Buddhismo alla quale aparteneva il Maestro Kodo.
Tra le numerose opere del Maestro Dogen, c’è un libro
intitolato Shobogenzo — Il Vero Tesoro dell’Occhio del Dharma.
Lo Shobogenzo è un libro molto difficile. Quando ne ho
intrapreso la lettura per la prima volta, non ci ho capito nulla.

Fui stupito di capitare su di un libro scritto nella mia propria
lingua di cui non potessi capire niente. Ero in grado ovviamente
di leggere i caratteri, ma non riuscivo ad afferrare quasi nulla
del loro senso. Nello stesso tempo, sentivo che questo libro
conteneva qualcosa di prezioso, e che era forse la fonte di quegli
insegnamenti di Kodo Sawaki che mi avevano così
profondamente toccato.

A partire da quel momento, mi son messo a studiare lo
Shobogenzo e mi ci sono voluti circa 35 anni per ottenere una
comprensione completa dell’opera. Durante questo periodo, l’ho
tradotto in Giapponese moderno, ed anche in Inglese. Siccome
acquisivo lentamente la comprensione di ciò che diceva il Maestro
Dogen, sono rimasto stupitissimo. Come mai? E’ perché lo
Shobogenzo spiega un Buddhismo molto filosofico e molto
razionale, un Buddhismo assai diverso dalle concezioni buddiste
abituali. Nello Shobogenzo, la concezione del mondo del
Buddhismo viene esposta con grande chiarezza, ed i suoi
principi fondamentali sono illustrati in modo logico. Se dunque
lo Shobogenzo è così chiaro e logico, ci potremmo chiedere
perché mi ci sia voluto tanto tempo per capire il libro. La risposta
sta nel fatto che la concezione che il Buddhismo ha del mondo
è radicalmente diversa dai nostri modi ordinari di vedere lo
stesso mondo. Tornerò più tardi su questo punto.

L’insegnamento principale del Maestro Dogen nello
Shobogenzo è che il Buddhismo emana dalla pratica di Zazen :
il Buddhismo è la pratica di Zazen, e la pratica di Zazen è il
Buddhismo. Insiste molto, naturalmente, sul fatto che laddove
non c’è pratica di Zazen, non c’è Buddhismo. Egli dice che il
vero e proprio Buddhismo, passato dal Buddha Gautama sino a lui attraverso numerose generazioni di buddha, è stato
trasmesso attraverso quella medesima pratica. Pratico Zazen
da più di 60 anni, oramai, e sono arrivato a credere con tutto il
cuore ciò che dice Maestro Dogen. E’ perciò che voglio diffondere
i suoi insegnamenti attraverso il mondo.

A tale scopo ho dato conferenze sullo Shobogenzo sia a
Tokyo che all’estero, per trasmettere gli insegnamenti del
Buddhismo a tutte le persone che nel mondo sono alla ricerca
della verità. Questo libro è uno dei frutti di questi miei sforzi.
Esso, però, non approfondisce tanto l’aspetto filosofico del
Buddhismo ; spiega piuttosto come si può praticare Zazen. Da
una parte, infatti, ci vorrebbe un testo ben più grosso per esporre
le teorie buddhiste ; dall’altra, Zazen è l’essenza del Buddhismo.
Benché le teorie abbiano un fascino intellettuale, il cuore battente
del Buddhismo è la stessa azione di Zazen.

Tra le montagne di pubblicazioni italiane sul Buddhismo,
ci sono relativamente pochi testi che spieghino il vero
Buddhismo basato sugli insegnamenti del Maestro Dogen. Sarei
felice se il mio libro potesse contribuire ad illustrare questo punto
di vista essenziale per la comprensione del Buddhismo.

Gudo Wafu Nishijima
Tokyo 1999




Forum solo su abbonamento

È necessario iscriversi per partecipare a questo forum. Indica qui sotto l’ID personale che ti è stato fornito. Se non sei registrato, devi prima iscriverti.

Collegamentoregistratipassword dimenticata?