Buddhachannel

Nella stessa categoria

29 juin 2016

Le Sûtra du Diamant

29 de junio de 2016, por Buddhachannel España

El Sutra del Diamante










Instagram





Rubriche

Shantideva - Bodhisattvacharyavatara V : Custodia dell’introspezione (Versi 56-109)

domenica 11 luglio 2010, di Buddhachannel Italia

Langues :

Shantideva - Il Bodhicaryavatara




Capitolo V : Custodia dell’introspezione

56. ONU-afflitto dai desideri reciprocamente incompatibili della gente insensata, dotati di pietà, sapente che sono come questo in conseguenza del presentare delle loro afflizioni mentali,

57. Sempre ricorrendo alle cose irreproachable per me e ad altre, effettuerò esente la mia mente da orgoglio, come un’apparizione.

58. Ricordo continuamente del quello dopo che un tempo molto il meglio dei momenti di svago è stato raggiunto; Manterrò questa mente incrollabile, come Sumeru.

59. Si non obietta quando il corpo è trascinato qui e là dagli avvoltoi che coveting la relativa carne. Allora perché ora agisca in tal modo?

60. Vi occupate di, perché proteggete questo corpo, approprianteselo come vostri propri? Esso è realmente a parte da voi, che buon è esso a voi?

61. Oh sciocco, se non considerate come vostri proprie una statua di legno pura, perché state custodicendo questa macchina ripugnante composta di impurità?

62. In primo luogo, con il vostro proprio intelletto, sbucci fuori questo fodero di pelle e con la lama della saggezza allenti la carne dallo scheletro.

63. Sta rompendo le ossa, esamini all’interno lo zucchino ed esamini per lei, “dove l’essenza qui?„

64. Se cercando con attenzione in questo modo, non vedete un’essenza qui, quindi non dite perché ancora state proteggendo oggi il corpo.

65. Se non lo mangiate, impuro come è e se non beviate l’anima per non succhiare fuori le interiora, quindi che cosa farete con il corpo?

66. Tuttavia, è adeguato custodirlo per l’alimentazione gli avvoltoi e dei rivestimenti. Questo corpo sventurato degli esseri umani è uno strumento per azione.

67. Anche se la proteggete così, la morte spietata strapperà il corpo via e lo darà agli avvoltoi. Che cosa allora farete?

68. Non date i vestiti e tali ad un servo se lo pensate non rimarranno. Il corpo mangierà e passerà via. Allora perché vi sprecate?

69. Di conseguenza, la mente, sul dare al corpo i relativi stipendi, ora risponde alle vostre proprie esigenze, perché non tutto guadagnato da un lavoratore dovrebbe essere dato lui.

70. Consideri il corpo come nave perché è la base di venuta e di andare. Regoli il corpo nel movimento alla vostra volontà per compire il benessere degli esseri sentient.

71. Uno chi è diventato autocontrollato in quel senso dovrebbe sempre avere un fronte sorridente. Uno dovrebbe dare in su aggrottare le sopracciglia e fare smorfie, è il primo da accogliere ed è un amico al mondo.

72. Uno non dovrebbe gettare irriverente e rumorosamente intorno alle sedie e simili. Si non dovrebbe martellare sul portello ed uno dovrebbe dilettarsi sempre nel silenzio.

73. La gru, il gatto, o il ladro, muovendosi silenziosamente e segretamente, realizza il relativo obiettivo voluto. Una salvia dovrebbe muoversi sempre in tale maniera.

74. Uno deve accettare rispettoso il consiglio di quelli esperti nella direzione degli altri e nel fornire all’aiutante non sollecitato. Uno dovrebbe sempre essere una pupilla di tutto.

75. Uno dovrebbe esprimere il suo apprezzamento per tutte le buone parole. Vedere qualcuno agganciarsi nella virtù, una dovrebbe incoraggiarlo sopra con gli elogi.

76. Uno dovrebbe parlare di altre buone qualità in loro assenza e collegarlo ancora con soddisfazione; e quando la sua propria virtù è discussa, si dovrebbe considerarlo come apprezzamento per le buone qualità.

77. Tutte le attività sono per la soddisfazione, che è difficile da verificarsi, anche per mezzo di ricchezza. Così godrò del piacere della soddisfazione nelle buone qualità compiute diligente da altre.

78. Non ci sarà perdita per me in questa vita e ci sarà grande felicità in in futuro. Ma dovuto le animosità, ci sarà la sofferenza dell’avversione e di grande miseria in in futuro.

79. In una voce morbida e delicata una dovrebbe dire le parole sincere e coerenti che hanno significato libero e sono gradevoli, piacevoli all’orecchio e sradicato nella pietà.

80. Uno dovrebbe esaminare sempre diritto gli esseri sentient come se bevendoli dentro con gli occhi, pensanti, “contando su loro da solo, raggiunga Buddhahood.„

81. La grande benedizione risulta da desiderio continuo per i campi delle virtù e della bontà e da un antidoto riguardo a coloro che sta soffrendo.

82. Quello abile e vigoroso dovrebbe fare sempre il lavoro. Riguardo a tutti gli impianti, uno non dovrebbe affidare l’occasione a qualcun’altro.

83. Le perfezioni di generosità e così via sono progressivamente sempre più alte. Si non dovrebbe forsake migliore per un di meno, a meno che sia con accordo con il ponticello del modo di vivere di Bodhisattva.

84. Realizzando questo, uno dovrebbe sforzarsi sempre a favore di altri. Anche quello che è proibito è stato consentito per quello pietoso chi prevede il beneficio.

85. Ripartendosi con coloro che è caduto nelle condizioni misere dell’esistenza, con coloro che non ha protezione e con i mendicants, si dovrebbe mangiare le proporzioni moderatamente piccole. Tranne i tre abiti, uno dovrebbe dare via tutto.

86. Per un beneficio insignificante uno non dovrebbe nuocere al corpo che si esercita nel Dharma sublime, dato che in questo modo può uno compiere soltanto rapidamente le speranze degli esseri sentient.

87. Di conseguenza, quando il pensiero della pietà è impuro, una non dovrebbe sacrificare la sua vita, ma dovrebbe essere sacrificata quando il suo pensiero è imparziale. Quindi, la vita non deve essere sprecata.

88. Si non dovrebbe insegnare al Dharma profondo ed ampio all’irriverente, ad una persona in buona salute che porta un copricapo, ad una persona con un ombrello, un bastone, o un’arma, ad una di cui la testa è velata,

89. A coloro che è inadeguato (di cui le menti sono non preparate), né alle donne in assenza di uomo. Uno dovrebbe pagare il rispetto uguale a Dharmas inferiore e superiore.

90. Uno non dovrebbe esporre un vaso del Dharma ampio ad un Dharma inferiore. Mettere da parte il modo di vivere di Bodhisattva uno non dovrebbe sedurrlo con Sutras ed i mantre.

91. Flagrante scartare un dente-bastone o sputare è indesiderabile ed urinare o così avanti in acqua o su terra che è utilizzabile è spregevole.

92. Si non dovrebbe mangiare con una bocca piena, rumorosamente, o con la bocca spalancata. Uno non dovrebbe sedersi con ones i piedini outstretched ed uno non dovrebbe lucidare insieme le sue mani.

93. Uno non dovrebbe viaggiare, trovarsi, o sedersi da solo con qualcun’altro lo sposo. Dopo l’osservazione e la domanda, si dovrebbe forsake tutto che non soddisfaccia la gente.

94. Si non dovrebbe precisare qualche cosa con la sua barretta ma dovrebbe mostrare rispettoso il senso con la sua intera mano destra.

95. Uno non dovrebbe dire ad alta voce a qualcuno e fluttuare le sue armi quando ci è poca urgenza, invece dovrebbe schioccare le sue barrette e simili. Altrimenti, uno ha potuto perdere la calma.

96. Uno dovrebbe trovarsi giù nel senso preferito nella posizione del leone dei signori nirvana. Uno dovrebbe alzarsi rapidamente con vigilanza e una determinazione anteriore.

97. Il comportamento dei Bodhisattvas è descritto come illimitato. Uno dovrebbe in primo luogo certamente agganciarsi nelle pratiche che purificano la mente.

98. Tre volte di giorno e tre volte entro la notte una dovrebbero recite il Triskandha. Da quello significa che uno allevia le rovine restanti a causa di un ricorso al Jinas e lo spirito di risveglio.

99. Uno dovrebbe applicarsi diligente agli addestramenti in che appartiene quelle situazioni quale si trova, del suo proprio accordo o nell’ambito delle influenze di altri. ’

100. Per ci è niente che i bambini del Jina non dovrebbero imparare. Per la buona persona che si comporta in questo modo, ci è niente che sia non-virtuoso.

101. Uno dovrebbe non fare direttamente o indirettamente niente tranne gli esseri sentient del beneficio; e per gli esseri sentient da solo, uno dovrebbe subordinare tutto al risveglio.

102. Mai, anche al costo di un vita, se si forsake l’amico spiritoso che osserva i voti del Bodhisattva e che è messo in versi bene nella vicenda del Mahayana.

103. Si dovrebbe imparare dal comportamento rispettoso di Srisambhavavimoksa verso le guide. Ciò e l’altro consiglio del Buddha dovrebbero essere conosciuti through reciting i sutras.

104. Le pratiche sono trovate nei sutras; quindi si dovrebbe recite ed allora si dovrebbe studiare le rovine primarie nel akasagarbhasutra.

105. Si dovrebbe definitivamente studiare diverse volte il Sikasamuccaya, perché il buon comportamento è spiegato dettagliatamente là.

106. Alternativamente, si dovrebbe in primo luogo esaminarlo brevemente ed allora leggere con attenzione il Sutramuccaya composto da Arya Nargarjuna.

107. Vedendo che cosa è vietato e che cosa è prescritto, uno dovrebbe realizzare quegli insegnamenti per le menti della gente proteggente.

108. Nel riassunto, questo solo è la definizione di introspezione: l’esame ripetuto della condizione del suoi corpo e mente.

109. Se la eserciterò con il mio corpo. Di che cosa l’uso soltanto sta leggendo le parole? Una persona ammalata ha di beneficio soltanto leggendo sui trattamenti medici?


Fonte : http://www.shantideva.net

Forum solo su abbonamento

È necessario iscriversi per partecipare a questo forum. Indica qui sotto l’ID personale che ti è stato fornito. Se non sei registrato, devi prima iscriverti.

Collegamentoregistratipassword dimenticata?