Buddhachannel

Nella stessa categoria










Instagram





Rubriche

Simbologian nella cultura giapponese

mercoledì 30 giugno 2010, di Nanny Obame

Langues :

La cultura giapponese è ricca di simbologie (talvolta anche ereditate dalla cultura cinese) applicate anche nella vita quotidiana, nel vestire e nel modo di allestire le cose. Legati alle usanze, alle religioni ed all’attenta osservazione di ciò che li caratterizza anche nei comportamenti, questi simboli sono entrati a far parte della cultura popolare.
Di seguito, ne elenchiamo alcuni.


CARPA
Simbolo che rappresenta principalmente la perseveranza.
La carpa è anche evocativa della fedeltà nel matrimonio e buona fortuna in genere. La carpa (Koi) è sempre in movimento ed è considerata uno dei pesci con più energia e forza. E’ inoltre in grado di nuotare controcorrente, che viene interpretato sia come anticonformismo (la forza di non seguire la corrente, bensì di seguire la propria via indipendentemente dal resto) che come forza di superare le avversità.
In Giappone la carpa si trova in acque calme, ma è sempre rappresentata in movimento contornata da onde di acqua: questo tipo di rappresentazione suggerisce le virtù di un guerriero determinato ed è spesso associata con le qualità auspicabili nei giovani uomini.
La carpa, infatti, è utilizzata in forma di aquiloni nella festa dei ragazzi per rappresentare ed auspicare forza e virtù.



CRISANTEMO
Il fiore del crisantemo (anche simbolo della Famiglia Imperiale e quindi simbolo nazionale), in origine, era apprezzato per le sue qualità di guarigione per stato di ubriachezza, problemi dovuti allo stato di inabilità del sistema nervoso, e debilitazione in generale.
Anche oggi il crisantemo è riconosciuto in Giappone per le sue proprietà mediche e viene utilizzato in varie preparazioni erboristiche.
Il crisantemo, inoltre, divenne fonte di ispirazione per molte poesie ed il fiore divenne un simbolo autunnale.

FARFALLA
I giapponesi vedono le farfalle come anime dei vivi e dei morti. Sono considerate simboli di gioia e di longevità.
Poiché escono trasformete in tutta la loro bellezza dopo essere state per molto tempo nelle loro crisalidi, sono anche un simbolo popolare delle giovani donne, rappresentando la loro nascente bellezza e grazia.
Due farfalle che danzano nell’aria, l’una accanto all’altra, rappresentano la felicità coniugale.



FIORI DI CILIEGIO
La brevità della fioritura dei ciliegi e la delicatezza dei fiori sono associati alla brevità della vita.
Nell’insieme, i fiori ricordano le nuvole ed i fiori caduti a terra ricordano la neve.
I fiori di ciliegio, inoltre, sono simboli nazionali e la fioritura dei ciliegi è seguitissima da tutti i giapponesi, che organizzano feste proprio per questo evento.

GLICINE
Con la sua fioritura in prima estate, il glicine è stato utilizzato nei vestiti degli aristocratici per molti anni.
E’ usato come simbolo anche in una famosa e molto popolare danza Kabuki.

GRU
Le gru rappresentano longevità e buona fortuna.
Sono le figure maggiormente associate all’anno nuovo ed ai matrimoni (come si può notare su molti uchikake - soprabiti matrimoniali).
E’ usanza giapponese fare 1000 gru di carta (origami) quando si esprime un desiderio speciale. Giganti e colorate collane con le gru si vedono spesso fuori dai templi.
Per gli occidentali, le mille gru di carta sono associate con il bombardamento atomico di Hiroshima e un simbolo della pace nel mondo: questo è dovuto alla storia di una bambina (Sadako Sasaki) che aveva 2 anni quando fu bombardata Hiroshima e dopo 10 anni morì di leucemia: per la piccola Sadako (che divenne un simbolo) nel mondo molte persone si adoperarono inviandole degli origami di gru come buon auspicio per la realizzazione del suo desiderio di guarigione. Quando morì, le numerose gru di carta vennero sepolte con lei e nel 1958 fu posata all’Hiroshima Peace Memorial una statua che la raffigura innalzando l’origami di una gru verso il cielo.



LIBELLULA
Grazie al suo clima ed ai suoi corsi d’acqua, il Giappone è un territorio ideale per le libellule, tanto che in passato veniva anche chiamato "l’isola delle libellule".
Oltre ad essere un simbolo della stagione estiva e del primo autunno, la libellula è associata (come altri insetti) al successo nelle arti marziali: i samurai, infatti, utilizzavano spesso la sua figura come decorazione per elmi ed armature. Inoltre, simboleggia il successo in genere, la forza, il coraggio e la felicità.

NANDINA
La Nandina è un arbusto che può raggiungere anche i 3 metri di altezza e produce delle bacche che i giapponesi associano all’inverno.
Le sue foglie sono famose per le loro proprietà medicinali.
Il nome della nandina in Giappone si pronuncia come le parole "difficoltà" e "cambiamento": per questo si crede che questa pianta abbia la particolarità di far scomparire la sfortuna.
Nelle composizioni floreali che si fanno per il nuovo anno, questa pianta simboleggia la longevità.

PEONIA
In origine, il fiore della peonia simboleggiava la buona fortuna, l’alto onore e la primavera.
I giapponesi lo consideravano come "re dei fiori" e lo utilizzarono in popolari ricami di stoffe.
L’arbusto, invece, figura raramente.



PINO
Essendo un sempreverde, il pino rappresenta longevità, buona fortuna e lealtà.
Nell’arte, il pino è associato con l’inverno, il nuovo anno, la longevità ed a volte anche l’immortalità.

RAGNO
Il ragno è un simbolo dell’industria, proprio per le sue capacità di tessere ragnatele e per il suo continuo lavoro.
Le storie folkloristiche raccontano che l’apparizione di un ragno annuncia la visita di un caro amico.
Come anche nella cultura occidentale, si considera che il ragno abbia anche un "lato oscuro".

RANA
Poiché nell’agricoltura in giappone sono molto importanti i campi di riso coltivati con metodi di irrigazione ad inondazione, la rana è simbolo di buona fortuna.
La rana, inoltre, è diventato un simbolo molto amato nella poesia e nell’arte (come ad esempio la Rana di M. Bashou).
Statuette delle rane vengono spesso vendute nei templi perché la parola "rana" in giapponese si pronuncia come la parola "ritorno".

RONDINE
Le rondini migrano in Giappone ogni primavera, di cui sono anche simbolo.
Rappresentano, inoltre, buona fortuna, fedeltà nel matrimonio e fertilità.

TARTARUGA/TESTUGGINE
Simbolo di longevità, la tartaruga è legata ad interpretazioni religiose: si crede infatti che questo animale aiuti a sostenere il mondo, sorvegli il quadrante settentrionale dell’universo insieme al serpente, e porti delle sacre iscrizioni sul suo guscio.
Nella tradizione giapponese, la tartaruga sviluppa una coda bianca fluttuante ed esala speciali vapori che evocano sacri gioielli.

Fonte : http://www.culturagiapponese.it

Forum solo su abbonamento

È necessario iscriversi per partecipare a questo forum. Indica qui sotto l’ID personale che ti è stato fornito. Se non sei registrato, devi prima iscriverti.

Collegamentoregistratipassword dimenticata?